CategoriesNews

L’intero processo di trasferimento deve essere pianificato nel dettaglio per evitare inconvenienti futuri.

La scelta della proprietà, la verifica e la convalida di tutti i documenti è essenziale, ma è anche necessario prendere ulteriori accorgimenti prima di spostarsi nella nuova dimora.

Con alcune premure è possibile prevenire situazioni inaspettate.


Scopri le principali precauzioni da prendere prima di trasferirti definitivamente in una proprietà in locazione:


1. Revisione del contratto

Rivedi il contratto e assicurati che ogni punto sia stato discusso e concordato, eliminando ogni dubbio.

I problemi possono essere abbastanza comuni, ma sono più facili da negoziare e risolvere una volta identificati all’inizio del processo.


2. Canone di locazione e spese accessorie

Informati sull’ammontare delle spese accessorie per evitare una spesa mensile eccessiva e dannosa per il tuo portafoglio.

Spesso queste spese sono pagate a parte dall’inquilino, ma possono essere anche incluse nella pigione mensile.

Al fine di non avere brutte sorprese, chiarisci subito quali costi sono inclusi nelle spese accessorie e se è presente un conguaglio a fine anno.


3. Informati sul vicinato

È probabile che il locatore vi dirà che la zona è tranquillissima, così come lo sono i vicini.

Cercate di valutate voi stessi se questo corrisponde alla realtà, sulla base della posizione e dei servizi presenti nelle vicinanze, come fermate autobus, parcheggi, centri commerciali e traffico.


4. Macchie di umidità

La muffa è molto sgradevole, non solo per i cattivi odori che emana, ma anche per l’impatto che ha sulla nostra salute. Infatti, respirare le spore della muffa, può essere molto pericoloso.

Per questa ragione è molto importante controllare in modo approfondito tutti i muri dell’abitazione anticipatamente e verificare che questi non abbiano segni di umidità.

In caso affermativo, significa che il proprietario non effettua una buona manutenzione dell’immobile o che lo stesso presenti problemi strutturali più seri.

Il padrone di casa è tenuto in ogni modo a rimuovere la muffa, ripristinando l’immobile in buone condizioni.


5. Segnala i difetti strutturali

Al momento della consegna dell’appartamento, ispeziona l’appartamento con il proprietario o l’amministrazione e annota tutto ciò che è rotto, rovinato, o mal funzionante, come segni sul muro, finestre danneggiate, o prese guaste.

Sarebbe una buona idea anche fotografare i difetti e allegare le immagini in un verbale, poi firmato da entrambe le parti.

Da questo istante è necessario segnalare i difetti per lettera raccomandata in un lasso di tempo che va dai 10 ai 30 giorni, a dipendenza di ciò che è indicato nel contratto di locazione.

Questa operazione è molto importante per evitare spiacevoli inconvenienti, quando l’appartamento verrà rilasciato.

Senza alcuna segnalazione, infatti, il locatore avrebbe il diritto di essere risarcito dei danni, nonostante questi fossero già presenti dall’inizio.


6. Sei un subentrante?

Se tu sei un subentrante e il precedente affittuario aveva fatto delle modifiche, come la verniciatura di una parete, stabilisci chiaro e tondo con il locatore a chi spettano le spese per ripristinare l’immobile nelle condizioni iniziali al momento della riconsegna.


Queste importanti accortezze, seppur semplici, ti faranno risparmiare soldi e brutti imprevisti.


Affidarsi a un’agenzia consente di non correre questi rischi e di ricevere preziosi consigli per stipulare un contratto di locazione.

Oltre ad avere un servizio professionale nell’organizzazione della documentazione e nella garanzia sul contratto, Jetika Group SA ti assiste anche nella ricerca della proprietà ideale e nella sua ispezione al momento della consegna.

Per una garanzia di sicurezza e praticità, contattaci e parla con un nostro consulente.

Saremo felici di aiutarti dall’inizio alla fine del tuo trasferimento!